mercoledì 16 aprile 2014

Jean Béraud

Jean Béraud (San Pietroburgo, 12 gennaio 1849 – Parigi, 4 ottobre 1935) è stato un pittore francese dell'Impressionismo.



giovedì 4 aprile 2013

Equipaggiamento Schermistico al Castello della Manta

In visita al Castello della Manta, all'ultimo piano, mi sono trovato davanti ad una sorpresa... una serie di sciabole e fioretti, probabilmente appartenuti ad uno dei passati proprietari.

Purtroppo sono ormai dei pezzi di ruggine e, sinceramente, il castello è conosciuto per ben altro; nondimeno è stato interessante trovarsi davanti ad una piccola collezione schermistica.





martedì 11 dicembre 2012

Sciabola con Punzone F.W.Höller

Sciabola punzonata F.W.Höller. Il secondo punzone è Solingen.



Le foto sono state scattate durante la mostra Il Fine della Scherma a Pavone Canavese.

venerdì 30 novembre 2012

Coppia di Spade Coulaux & Co. (Klingenthal)

Coppia di spade francesi del XIX sec. punzonate Coulaux & Co, Klingenthal (è stato impossibile fotografare il secondo punzone C.B. sormontato da stella).









Le foto sono state scattate durante la mostra Il Fine della Scherma a Pavone Canavese.

giovedì 8 novembre 2012

Camillo Agrippa - Dialogo sopra la generatione de venti, baleni, tuoni, fulgori, fiumi, laghi, valli et montagne

Pur non correlato direttamente con la Scherma, segnalo che su Amazon, è disponibile il trattato di Camillo Agrippa intitolato Dialogo sopra la generatione de venti, baleni, tuoni, fulgori, fiumi, laghi, valli et montagne.

Una copia anastatica è già da tempo disponibile su Google Books, ma nel caso di Amazon si tratta di una vera e propria trascrizione, di maggiore leggibilità. Il libro è consultabile gratuitamente tramite Kindle.

mercoledì 7 novembre 2012

La Bella Celeste degli Spadari

Cercando in rete documenti sugli spadari milanesi, mi sono imbattuto nella copia anastatica de La Bella Celeste degli Spadari, Cronachetta Milanese del 1666 di Giovanni Battista Bazzoni datata 1830.

Il libro racconta di Celeste, moglie dello spadaro Tranquillo Cassano, che praticava la sua arte proprio nella contrada degli Spadari e dello spagnolo Don Indigo, invaghitosi della giovane e piacente Celeste.

In una dissertazione sugli armaioli milanesi, l'autore cita (a pag. 55) lo statuto dell'Università dè Spadari e Lanzari di Milano, intitolata Haec sunt statuta et ordines universitatis et paratici Spadariorum Mediolani.

Il libro è disponibile per consultazione gratuita su Google Books.